mercoledì 11 dicembre 2013

Tremano quattro clan: c’è un nuovo pentito

Ha deciso di collaborare con lo Stato dopo che il capo è diventato pentito. La scelta è arrivata quasi in contemporanea. Mario Pacciarelli, pusher della Vanella Grassi, con compiti che vanno molto al di la del semplice spaccio di sostanze stupefacenti, ha deciso di parlare con i pm della Dda di Napoli. I primi verbali sono stati depositati ieri nel corso del processo per l’omicidio del 14 aprile del 2011 dove perse la vita Antonello Faiello. Ha fatto i nomi dei killer perché ha saputo che il commando di assassini era composto da affiliati alla Vanella Grassi tra i quali Antonio Mennetta detto “Er Nino”. Fu arresto a febbraio del 2012. Era in compagnia di tre donne, sue parenti, quando i carabinieri fecero irruzione nell’appartamento di Arzano. Mario Pacciarelli rimase di sasso: era arrivato da poche ore e stava per ripartire per un nuovo nascondiglio. È sotto accusa per associazione camorristica e traffico di stupefacenti, schiacciato dalla stessa ordinanza di custodia cautelare notificata il 26 gennaio scorso a Salvatore Petriccione “o marinaro”, Salvatore Frate detto “Papacianni e Gaetano Cursale.