mercoledì 12 giugno 2013

Fine di un'epoca

C'e' fermento nella camorra nella camorra di secondigliano,il blitz di stanotte ne e' l'ennesima prova,centonove arresti,tutti organici e affiliati di rispetto del clan Di Lauro.Una vera piazza pulita che ha visto impegnati 500 militari che sono andati fin sopra le case a prenderli con le orecchie a questi cosiddetti camorristi.Pali,spacciatori,fiancheggiatori,estorsori,killer e chi piu' ne ha piu' ne metta,una piazza pulita senza precedenti,e questa volta le accuse sono pesanti per tutti loro,associazione mafiosa,traffico internazionale di stupefacenti ecc. ecc.Tra gli arrestati,anche un noto vigile urbano molto conosciuto che dava informazioni ai vari capipiazza sui blitz e le indagini in corso.Il figlio di Ciruzzo o Milionar Raffaele Di Lauro gli hanno

Camorra, storia e affari del clan Di Lauro, da «Ciruzzo 'O Milionario» al rampollo Lello

I filmati. Per incastrare i capi del clan i carabinieri, coordinati dalla Procura, hanno utilizzato intercettazioni telefoniche ed ambientali, operazioni di sequestro di armi (provenienti, in parte, dall’est dell’Europa) e di stupefacenti (acquistati anche sul mercato spagnolo), videoriprese delle piazze di spaccio del rione dei Fiori che documentano scene di “ordinaria illegalità”.
Le telecamere mostrano lunghe code di autovetture, i cui occupanti sono in attesa di acquistare stupefacenti, naturalmente dopo esser stati accuratamente controllati dagli affiliati addetti alla vigilanza del rione, una spacciatrice che dal balcone dell’abitazione “cala il paniere” contenente lo stupefacente al complice, il quale lo riceve e lo consegna all’acquirente, in attesa in autovettura, in cambio del denaro.
Gli affari. Indicazioni fondamentali sono arrivate dal sequestro dei libri contabili del clan avvenuto nelll’abitazione di Angelo Zimbetti, che mostrano l’enorme volume dei proventi illeciti. Nel periodo compreso tra il 1°aprile 2007 ed il 3 maggio 2008 l’organizzazione ha venduto 117.914 dosi di cocaina - o suoi derivati - ricavando quattro milioni e mezzo di euro. Ma gli incassi maggiori arrivano a Natale: nel periodo tra l Natale 2007 e il Capodanno 2008 in pochi giorni sulle piazze del Rione dei Fiori sono state vendute 4.080 dosi di cocaina per un incasso pari a dieci milioni di euro.

Napoli camorra. Scacco al clan Di Lauro, il figlio del boss arrestato sulla nave da crociera

Oltre centro persone, accusate di essere affiliate al clan di camorra Di Lauro, sono state arrestate dai Carabinieri del Comando provinciale di Napoli e del Ros, in un'operazione scattata all'alba in Campania. Fra gli arrestati vi sono anche stretti favoreggiatori del capo clan, il latitante Marco Di Lauro.
I Carabinieri hanno eseguito un centinaio di ordinanze di custodia cautelare emesse dal gip del Tribunale di Napoli su richiesta della Procura distrettuale antimafia per i reati di associazione di tipo mafioso, traffico internazionale di stupefacenti, tentativo di omicidio e detenzione di armi, tutti aggravati da finalità mafiosa.